Nuovo peggioramento

Salve a tutti, In questi giorni abbiamo avuto a che faro che una fase di tempo stabile, ma come ben tutti sanno siamo in autunno, e in questa stagione le fasi di tempo stabile non sono ben accette, infatti, una nuova ondata di maltempo perlopiù portante aria fredda, si dirige verso l'italia, e apporterà un calo termico deciso e piogge sparse, ma anche i temporali non mancheranno, e come ogni calo termico che si rispetti ci deve essere anche la neve, ed infatti neve su le Alpi con la media della quota neve a 1500m ma le nevicate potranno scendere anche al disotto, ma, questa perturbazione non sarà l'unica ad interessare la nostra penisola, perché una perturbazione proveniente da W/S-W(ovest/sud-ovest) interesserà le regioni meridionali, dove anche qui si faranno vedere piogge e temporali, ma le temperature saranno stazionarie o potranno lievemente aumentare, ma in seguito le temperature caleranno anche li per l'effetto della saccatura(che si trasformerà, successivamente in goccia). Attenzione alle minime del nord italia, possibile i 0°c anche in pianura, mentre al centro in pianura possibili i 6° e al sud intorno i 12/13°c. Torna la bora al nord italia(zona di trieste) che tutti ben conoscono, bora fredda, ma a causa di questa forte bora, da lunedì, la situazione atmosferica migliorerà e quindi persisterà solo quest'intensa bora. Nel frattempo la neve su le Alpi tenderà a scendere di quota, e anche nell'appennino centrale, su le Alpi la neve potrebbe raggiungere anche quote di bassa montagna(600/700m) e nell'appennino centrale potrebbe raggiungere i 1800/1900m. Poi la situazione migliorerà rapidamente nel corso di lunedì/martedì, tornerà il sole ma le precipitazioni, se pur rare e sparse, ci saranno. Le temperature massime saranno stazionarie, mentre le temperature minime tenderanno a calare a causa del celo sereno, prime brinate in pianura al nord, mentre al centro brinate fino a 300/400m, mentre su le Alpi potranno arrivare i primi -10°c stagionali(oltre i 2000m), e su l'appennino i -5°c(oltre i 2000m). Grazie per l'attenzione, continuate a seguirci, al prossimo aggiornamento Gabriele Carletti

Scrivi commento

Commenti: 0